Sgrassaggio

sgrassaggioLa fase di sgrassaggio è un’operazione necessaria per rimuovere contaminazioni dalla superficie metallica e garantire massima resistenza alla corrosione, prevenire la contaminazione e migliorare l’aspetto estetico della superficie stessa. E’ essenziale per permettere una buona riuscita dei trattamenti successivi.
La scelta del processo e del tipo di sgrassante è influenzata principalmente dal tipo di contaminazione da rimuovere, dal grado di pulizia desiderato e dal costo.

La fase di sgrassaggio può essere effettuata:

  • con soluzioni acide
  • ad immersione alcaline
  • a spruzzo
  • a ultrasuoni
  • con solventi
  • con sistemi meccanici

La tecnica utilizzata è in funzioni di vari fattori quali la geometria del pezzo da pulire, il tipo di contaminazione presente, il grado di pulizia richiesto ed i costi.

Descriviamo brevemente i metodi utilizzati.

Pulizia alcalina: è utilizzata per la rimozione di contaminazioni come oli, solidi da superfici metalliche: agitazione e temperatura della soluzione sono molto importanti.
Pulizia con acidi: è un processo che utilizza acidi minerali in soluzioni acquose in combinazione con agenti bagnanti e/o detergenti.
Ultrasuoni : utilizzato contemporaneamente a solventi, detergenti alcalini o emulsioni e rimuove contaminazioni in profondità o posizionati in punti difficili da raggiungere. Cavitazioni del liquido prodotto da alte frequenze, provoca micro agitazioni del liquido che permettono la pulizia di pezzi con complesse configurazioni in tempi ridotti.
Pulizia con solventi: è un processo per la rimozione di contaminazioni dalla superficie metallica utilizzando dei solventi organici per immersione o a spruzzo;il principale vantaggio oltre ad una efficace azione è il fatto di non dover utilizzare acqua per risciacquare.
Pulizia meccanica: a volte è indispensabile utilizzare un’azione meccanica per rimuovere dalla superficie contaminazioni o ruggine. Nonostante la superficie appaia pulita, di solito possono rimanere delle contaminazioni che impediscono la completa formazione del film protettivo sul metallo stesso. E’ necessario quindi accompagnare questo processo con un ulteriore trattamento per incrementare la resistenza alla corrosione.